Categoria

Recensione

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | La partenza di Emma era prevista all’alba di un giorno di luna piena (note di lettura a Magnificat, di Elvira Manco, edizioni Amarganta 2021)

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | La partenza di Emma era prevista all’alba di un giorno di luna piena (note di lettura a Magnificat, di Elvira Manco, edizioni Amarganta 2021)   Alcune settimane fa leggevo, in un sito… Continua a leggere →

Alessandro Ramberti o delle faglie viventi, di Massimo Parolini

Alessandro Ramberti o delle faglie viventi, di Massimo Parolini          «I passi che fai/ di certo lasciano/ la traccia di un nome di una foto/ l’odore perfetto di un momento// la linea scolpita di un profilo/ i… Continua a leggere →

Rinascere da vecchi di Gianfranco Lauretano, note critiche di Nadia Scappini

Rinascere da vecchi di Gianfranco Lauretano, note critiche di Nadia Scappini        In occasione della IX Edizione del Premio Internazionale di poesia Di Liegro, è stato assegnato a Gianfranco Lauretano il 1° Premio nella Sezione poesia edita per il… Continua a leggere →

Il confine invisibile di Claudio Tugnoli: recensione di Massimo Parolini

Claudio Tugnoli, Il confine invisibile (Edizioni del Faro, 2019), recensione di Massimo Parolini        “Il confine è il risultato della distinzione di due entità inseparabili”. Inizia con questa frase il saggio articolato (“Saggio sul confine”, una cinquantina di… Continua a leggere →

Annamaria Ferramosca, Per segni accesi, recensione di Giuseppe Martella

Annamaria Ferramosca, Per segni accesi, Ladolfi, 2021, recensione di Giuseppe Martella   A una prima lettura di quest’ultima silloge di Annamaria Ferramosca, giunti all’ultimo capoverso, la parola che viene in mente è “abbraccio”. Un abbraccio umano e cosmico nel contempo…. Continua a leggere →

Giancarlo Pontiggia, Il moto delle cose: recensione di Nadia Scappini

Giancarlo Pontiggia, Il moto delle cose, Mondadori 2017: recensione di Nadia Scappini        Esser vivo, essere, esserci:/ solo a questo pensi, e pensi/ come celare al mondo il tuo orribile segreto:/ di stare, di stare più che puoi… Continua a leggere →

The scarlet letter di Elisabetta Sancino | IL CORSO INVERSO DELLA LINFA: anteprima della silloge MECCANICA DEI SOLIDI di RAFFAELA FAZIO

IL CORSO INVERSO DELLA LINFA:  ANTEPRIMA DELLA SILLOGE “MECCANICA DEI SOLIDI” DI RAFFAELA FAZIO. A CURA DI ELISABETTA SANCINO   Ho letto con piacere e interesse i testi della silloge bilingue italiano-inglese Meccanica dei solidi di Raffaela Fazio, in uscita… Continua a leggere →

L’infinito (d)istante di Umberto Piersanti: recensione di Massimo Parolini

 L’infinito (d)istante di Umberto Piersanti: recensione di Massimo Parolini a “Campi d’ostinato amore”        La poesia di Umberto Piersanti è un dialogo coerente e ostinato che egli intrattiene con la morsa della propria memoria. Le “Cesane immense” dell’infanzia… Continua a leggere →

The scarlet letter di Elisabetta Sancino | IL MONDO IN FIAMME IN CUI CI INOLTREREMO: LA TESTA DI SHAKILA DI KATE CLANCHY

IL MONDO IN FIAMME IN CUI CI INOLTREREMO: LA TESTA DI SHAKILA DI KATE CLANCHY     Ci sono libri che si scelgono perché hanno un titolo che ci incuriosisce e ci spinge a volerne sapere di più: è così… Continua a leggere →

Averno di Louise Glück, una lettura di Luigi Paraboschi

Averno di Louise Glück (traduzione di Massimo Bacigalupo, Il Saggiatore Edizioni, 2020), una lettura di Luigi Paraboschi        Se l’altra raccolta apparsa in Italia, l’Iris selvatico scritta nel 1992, era basata su un discorrere continuo e tormentato tra… Continua a leggere →

The scarlet letter di Elisabetta Sancino | VENITE A DANZARE NEL DILUVIO: Che mangino caos di Kae Tempest, profetessa rap

VENITE A DANZARE NEL DILUVIO: Che mangino caos di Kae Tempest, profetessa rap   Una voce tumultuosa e ipnotica quella di Kae Tempest, giovane rapper, scrittrice, drammaturga, performer inglese in grado di trascinare le folle e mettere d’accordo pubblico e… Continua a leggere →

Il sedimento di Silvia Secco | Primo: la foce trovata del fiume. Lo specchio della mente di Dante Maffia

Primo dei Sedimenti: la foce trovata del fiume. Lo specchio della mente di Dante Maffia (Crocetti Editore, 1999)        Le parole nei libri sono chiuse a metà. Restano per sempre – un sempre umanamente concepibile per lo meno… Continua a leggere →

Circles di Virginia Farina | Ma dove sono le parole? a cura di Chandra Livia Candiani e Andrea Cirolla – nota di lettura

Ma dove sono le parole? – a cura di Chandra Livia Candiani e Andrea Cirolla   Le mani che scrivono le poesie sono le stesse mani che fanno le pulizie. Ramayana, nove anni, rom.   Combaciamo tanto bene con le… Continua a leggere →

Spazio di Claudia Zironi | Quanto dista Finisterre? di Lucia Guidorizzi, selezione di testi con una nota di lettura

Quanto dista Finisterre? di Lucia Guidorizzi (Supernova Edizioni, 2020), selezione di testi con una nota di lettura           La scrittura di Lucia Guidorizzi, poeta e insegnante di adozione veneziana, tanto deve alle lettere e alla mitologia… Continua a leggere →

Oggi ti sono passato vicino di Tommaso Urselli, recensione di Fabrizio Bregoli

Oggi ti sono passato vicino di Tommaso Urselli (Ensemble, 2020), recensione di Fabrizio Bregoli.       Questa raccolta di Tommaso Urselli, che è la sua opera prima, ha un’architettura piuttosto articolata, con una varietà molto ricca di temi e… Continua a leggere →

La crepa madre di Carlo Tosetti, una lettura di Luigi Paraboschi

La crepa madre di Carlo Tosetti, Pietre Vive Editore, 2020, una lettura di Luigi Paraboschi.       Quest’ultimo lavoro di Carlo Tosetti penso gli abbia richiesto uno spazio temporale di stesura, scrittura e revisione critica non facilmente quantificabile, e… Continua a leggere →

L’archivio del padre di Giancarlo Sissa: un libro necessario, nota di Luca Gamberini

L’archivio del padre di Giancarlo Sissa, MC Edizioni, 2020: un libro necessario, nota di lettura di Luca Gamberini.       Ma nell’ufficio delle cose perdute devo, in cambio dei vent’anni, ridare tutto quello che ho. Canticchio Gino Paoli dopo avere… Continua a leggere →

Nei giorni per versi di Anna Maria Curci, una lettura di Luigi Paraboschi

Nei giorni per versi di Anna Maria Curci, Arcipelago Itaca Edizioni, 2019, una lettura di Luigi Paraboschi.       Confesso la mia allergia alla lettura delle prefazioni  dei libri di poesia, perché molto spesso si esauriscono in un esercizio… Continua a leggere →

Spazio di Claudia Zironi | L’eco, solo lei, di Ion Deaconescu, in traduzione di Cinzia Demi: nota di lettura

“L’eco, solo lei” di Ion Deaconescu, in traduzione di Cinzia Demi, Puntoacapo Ed., 2019: nota di lettura di Claudia Zironi.      Il noto scrittore, critico e traduttore romeno Ion Deaconescu in sodalizio letterario con Cinzia Demi, che ha accolto… Continua a leggere →

Recensione a “I nomi delle cose” di Giancarlo Baroni, a cura di Annalisa Macchia

Recensione a “I nomi delle cose” di Giancarlo Baroni,  Puntoacapo Ed., 2020, a cura di Annalisa Macchia.      Fin dal titolo di questa nuova, poliedrica raccolta di Giancarlo Baroni, si percepisce un’atmosfera  vagamente montaliana. Di Montale riaffiora il disperato, cosmico… Continua a leggere →

Recensione al libro di racconti TAPPETO MOBILE di Loris Maria Marchetti, di Giuseppe Piazza

Recensione al libro di racconti “Tappeto mobile” di Loris Maria Marchetti, Puntoacapo Ed., 2018, di Giuseppe Piazza.      In tutto il libro, tramato dal monologo di una voce esterna, corre una briosa e suadente forza narrativa, che avvolge e… Continua a leggere →

Ai piedi del faro di Maria Lenti, recensione di Elina Miticocchio

“Ai piedi del faro” di Maria Lenti, La vita felice Ed., 2016, recensione di Elina Miticocchio.        Dopo attenta lettura e rilettura di un “disegno poetico” quale è quello delineato con le parole poetiche da Maria Lenti, mi… Continua a leggere →

Note di lettura a Elleboro di Gugliemo Aprile, a cura di Valentina Soranna

Note di lettura a Elleboro di Gugliemo Aprile, Terra d’ulivi Edizioni, a cura di Valentina Soranna.      La raccolta ‘Elleboro’ di Guglielmo Aprile si presenta come un testo interessante, dal lessico ricco e variegato, che alterna lo slang della quotidianità… Continua a leggere →

Figure amate di Orso Tosco – note di lettura di Claudia Di Palma

Figure amate di Orso Tosco, Interno poesia Ed. 2019 – note di lettura di Claudia Di Palma: quando il dolore per la perdita di una figura amata diventa un verso estremamente vitale.      Un libro che accompagna i morti a nascere ma… Continua a leggere →

Annalisa Rodeghiero su: …E CI INDOSSIAMO STROPICCIATI di Luigi Paraboschi

…e ci indossiamo stropicciati di Luigi Paraboschi, Terra d’ulivi Ed, 2018, lettura di Annalisa Rodeghiero: Il filo della matassa.      Una poesia traboccante di sentimenti, una poesia intensamente meditativa che sa fare del vissuto la sostanza prima del canto e… Continua a leggere →

Recensione di PER POCO TEMPO di Cosimo Russo, a cura di Annarita Nutricati

Recensione di “Per poco tempo” di Cosimo Russo, Ed. Manni, a cura di Annarita Nutricati.       Sminuzzata in desinenze della memoria o in micro rievocazioni sensoriali, la poesia di C.Russo si offre, al lettore, come la quadratura razionale… Continua a leggere →

Nota di lettura a MIA VITA CARA di Antonia Pozzi, a cura di Miriam Bruni

Nota di lettura a “Mia vita cara” di Antonia Pozzi, Ed. Interno Poesia, a cura di Miriam Bruni.       Tanti ne ho che l’anima soffoca e quasi muore sotto l’enorme cumulo inofferto. (p.86) Un enorme cumulo inofferto di… Continua a leggere →

Frange di interferenza di Teresa Valentina Caiati letto da Angela Greco

Frange di interferenza di Teresa Valentina Caiati letto da Angela Greco.       Edito nel 2018 da Eretica Edizioni, Frange di interferenzadi Teresa Valentina Caiati è una silloge in cui il carattere dominante è l’eterogeneità per sovrapposizione di molti piani… Continua a leggere →

Nota di Dario Cannalire su NÉ ACQUA PER LE VOCI di Marina Massenz

Nota di Dario Cannalire su “Né acqua per le voci” di Marina Massenz.       Quando scopriamo il mondo, non solo come una scatola priva di corrispondenze, ma come un esercizio armoniosamente intenso: con i suoi abitanti, la natura… Continua a leggere →

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | Cosa sognano i popoli in cammino? Nota su VERRÀ L’ANNO di Vera Lùcia De Oliveira

Cosa sognano i popoli in cammino? Nota di Paolo Polvani su “Verrà l’anno” di Vera Lùcia De Oliveira.         Riprendere in mano libri del passato, anche se di un passato non molto lontano, riserva sempre delle sorprese…. Continua a leggere →

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | Come suona? Eu-nuca di Patrizia Sardisco. Note di lettura

Come suona? note di lettura di Paolo Polvani a Eu-nuca, di Patrizia Sardisco.       Il primo dato che colpisce della poesia di Patrizia Sardisco è la sapiente tessitura lessicale, dalla quale emerge una evidenza illuminante: la consapevolezza nel trattare la… Continua a leggere →

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | Altre erbe, di Tommaso Perdonò

Altre erbe di Tommaso Perdonò, a cura di Paolo Polvani.       Altre erbe è un piccolo libro, pubblicato verso la fine degli anni ’70, del mio amico Tommaso Perdonò; è saltato fuori cercando altri libri. Sfogliandolo ho ritrovato… Continua a leggere →

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | In forma di lettera. Note di lettura a Nella mia piccola eternità, di Marco Ribani

In forma di lettera. Note di lettura di Paolo Polvani a Nella mia piccola eternità, di Marco Ribani.       Carissimo Marco, il tuo libro è ricco di felicissime sorprese, perché l’argomento è di quelli parecchio scivolosi e impervi;… Continua a leggere →

Nota di lettura di Francesca Del Moro su Erranze e altri demoni di Caterina Davinio

Nota di lettura di Francesca Del Moro su Erranze e altri demoni / Driftings and Other Daemons, Caterina Davinio, Robin Edizioni 2018.       “La vita non è in alta definizione” avverte l’epigrafe che introduce la sezione delle immagini alla… Continua a leggere →

A tentoni nel buio di Paolo Polvani | Anche il tacco dodici è poesia. Note di lettura a Il buio della scarpiera, di Francesca Piovesan

Anche il tacco dodici è poesia. Note di lettura di Paolo Polvani a Il buio della scarpiera, di Francesca Piovesan, Ladolfi editore 2019.       L’ultimo libro di Francesca Piovesan si presenta con un titolo all’insegna dell’originale e dell’inconsueto: Il… Continua a leggere →

Spazio di Claudia Zironi | Un parmigiano a Bologna: Giancarlo Baroni – fotografo

Un parmigiano a Bologna: Giancarlo Baroni – fotografo, di Claudia Zironi.        Conoscevo Giancarlo Baroni come poeta, poi mi è arrivato un piccolo libro di forma quadrata intitolato “BOLOGNA”, autoprodotto con l’Associazione Tapirulan, e ho scoperto che lo… Continua a leggere →

Spazio di Claudia Zironi | La statura della palma di Francesca Del Moro, conversazione sul libro di Claudia Zironi e Matilde Mariano

La statura della palma di Francesca Del Moro, conversazione sul libro di Claudia Zironi e Matilde Mariano.        La poesia di Francesca Del Moro è sempre stata, e via via nel percorso si è sempre più affermata, parola… Continua a leggere →

Zironi, Secco, Renzi: un incontro di voci in sintonia, di Giancarlo Baroni

Zironi, Secco, Renzi: un incontro di voci in sintonia, di Giancarlo Baroni.        In occasione dell’8 Marzo, Luca Ariano ha presentato alla libreria Fiaccadori di Parma tre poetesse: Rossella Renzi, Silvia Secco e Claudia Zironi. Le autrici hanno… Continua a leggere →

La simmetria del vuoto di Cristina Bove, una lettura di Luigi Paraboschi

La simmetria del vuoto di Cristina Bove, Arcipelago Itaca Edizioni, una lettura di Luigi Paraboschi.       Ho scelto come inizio di questo mio discorrere attorno all’ultima raccolta di Cristina Bove qualche verso che possiamo trovare  a pag. 14:… Continua a leggere →

© 2021 — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑

Iscrivetevi al nostro canale Youtube

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: